Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘HV71’

Mentre tutta l’Europa si blocca a causa del vulcano islandese, la piccola città di Jönköping, da par suo, si ferma per le tanto attese finali di hockey.
Come già detto in precedenza la città va particolarmente fiera della propria squadra, chiamata HV71.
E da questa settimana sono iniziate le finali che decideranno chi è il campione di Svezia per quest’anno.
La squadra HV71, come i piu’ intelligenti tra di voi avranno immaginato, fu fondata nell’anno 1971. Ha già ottenuto tre vittorie nel campionato ed ha primeggiato particolarmente negli ultimi anni, dove ha sempre raggiunto finali o semifinali. Le finali sono 7 e si disputano contro una squadra di Stoccolma, il Djurgården. Per ora se ne sono giocate 2 e il risultato è ancora di perfetta parità, 1-1.

Ieri si è svolta la seconda finale e da buon svedese medio acquisito mi sono visto la mia prima partita di hockey.
Avete presente quando alle olimpiadi un grande campione di lotta greco romana o di qualche altra disciplina che nessuno si caga come la scherma o il tiro al piattello vince un oro, trasformando l’italica penisola in un paese di esperti conoscitori e tifosi della tale disciplina?
Ricordate Luna Rossa e tutti quelli che si alzavano alle tre di notte per assistere ad equipaggi che cazzavano di brutto la randa e che vedevi la mattina al bar a parlare dell’ultima finale di vela usando termini imparati proprio durante quelle notti insonni?
Ebbene quello era il mio spirito ieri.

C’è da dire che nell’hockey se le danno di brutto. Immaginatevi di dare una mazza in mano a 10 uomini, incazzati e affamati di vittoria, le conseguenze possono essere fatali. Da quanto visto l’hockey mi sembra una grande zuffa dove i giocatori si pestano di brutto e a volte cercano di buttare il disco dentro alla porticina difesa dal giocatore con l’armatura, che sarebbe il portiere.
Alla fine è stato divertente anche se spesso non riuscivo nemmeno a vedere il disco. Grande vittoria della squadra di casa e tutta Jönköping in festa con persone di tutte le età bardati con magliette, cappellini, sciarpe (da queste parti non è mai inutile) ed enormi magliette da hockey.

Un soggetto interessante sono i giocatori di hockey. Famosi in questo paese piu’ dei giocatori di calcio, purtroppo fisicamente non possono competere.
Non immaginatevi giocatori di hockey e veline, per intenderci. Primo, perchè la Svezia considera offesnsivo il solo concetto di velina. Secondo, perchè i giocatori di hockey sono bruttissimi. Grandi, grossi, barbe e capelli lunghi e non curati, di solito zotici e soprattutto senza i due canini davanti, dovuti alle mazzate prese sui denti e dal disco che spesso incontra proprio quella parte della bocca. Sport da duri insomma!!

Le finali continuano, come di dice da queste parti, “Heja Blå”!!!

Annunci

Read Full Post »

Un anno fa circa è iniziata la mia avventura in Svezia. L’amore mi ha portato da queste parti. Sono “sambo”, come si dice da queste parti, convivo cioè con una ragazza svedese (sam-bo significa vivere insieme).

La città dove mi sono trovato a vivere è Jönköping. Ragazzi mi raccomando la pronuncia, non mi fate incazzare! La k seguita dalla ö, in svedese, come molti di voi sapranno, si legge morbida, quindi la pronuncia esatta è juunsciopping.

Jönköping si trova nello Småland e si colloca praticamente nel mezzo di una ipotetica linea che corre da Stoccolma a Goteborg. E’ una città di circa centomila abitanti ed è considerata tra le piu’ belle della Svezia, oltre che tra le piu’ popolose, essendoci in Svezia solo nove milioni di abitanti. La città è tranquilla, fredda e piovosa, ma d’estate il lago che la costeggia si trasforma in una grande località balneare con spiagge affollatissime nemmeno fosse Rimini e gente in costume che si aggira per tutta la città.

Cosa per cui Jönköping è famosa nel mondo:

– L’industria di fiammiferi. La leggenda dice che i fiammiferi vennero inventati proprio qua. Per ricordare l’importante scoperta esiste addirittura un museo che narra la gloriosa epopea del fiammifero. Come al solito qualcuno millanterà che i fiammiferi siano stati inventati in Cina, proprio come la pizza e il Rinascimento. Diffidate da queste insinuazioni, il vero fiammifero è nato a Jönköping!!

– Il suo lago, il Vättern, grande come un mare, il secondo lago di Svezia per dimensione. Proprio in mezzo al lago si trova l’isola di Visingsö, già dimora di alcuni re svedesi nonchè loro tomba a causa di vari complotti di corte, tipici di quel periodo oscuro della storia svedese.

– La squadra di Hockey, l’HV71. Lo sport cittadino è l’hockey su ghiaccio e la squadra cittadina primeggia spesso nelle competizioni nazionali e internazionali. Purtroppo a me dell’ hockey non me ne potrebbe fregare di meno. In compenso la squadra di calcio, lo Jönköping Södra, fa veramente pena e sta sempre in bassa classifica nella serie B svedese. Detto sinceramente se fossi un poco piu’ giovane credo proprio che un contratto non potrebbero di certo negarmelo.

– La piu’ grande fiera di NERD del mondo, il DreamHack. Ragazzi-nerd da tutto il mondo si ritrovano a Jönköping due volte l’anno per giocare al computer. Si narra di favolose storie d’amore nate sulle tastiere del computer. Arrivano da tutti i continenti, persino dalle Americhe e dall’Arabia Saudita per misurare la loro abilità di smanettoni.

Read Full Post »