Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 18 marzo 2012

6)      Prendere il battello che propone il viaggio sul lago con cena inclusa. Mai fatto. Ma si sa che quando uno si stanzia in un posto diventa pigrissimo e non fa più niente. Costa 30 euro ma si ha la possibilità di mangiare e fare un giro sul grande lago svedese. Sconsigliato se avete voglia di rimorchiare persone sotto i 50-60 anni o se vi volete ammazzare di musica dearth-metal o plastic dub. Qui il massimo dello sballo è la musica folk svedese

7)      Tra le dieci cose non può di certo mancare un giro nella capitale mondiale del polkagrisar. Ogni anni si svolgono campionati mondiali di specialità. Partecipano di solito 99 svedesi e un finlandese.  Che peró si difende molto bene. Il prestigioso torneo è comunque riconosciuto dalle massime autorità nel campo della polkagrisar.  Gränna è inoltre molto carina. Dedicateci un pomeriggio, anche se la polkagrisar vi fa schifo. Non ve ne pentirete…

8)      Visto che siete a Gränna, pigliate il battello che porta all’isolotto di Visingsö, proprio in mezzo al lago.

L’isola ha molta storia, a un certo punto ci sono finiti anche dei russi per non so quale motivo, forse avevano finito la vodka. Arrivati a Visingsö consiglio vivamente di non fermarsi a prendere una birra e parlare di calcio un intero pomeriggio al porto strillando come italiani (mi scuso, sono il protagonista di questa vicenda) ma pigliate una bicicletta e fate un giro in mezzo al verde.  Si può anche prendere la proposta anti-sbatta. E cioè noleggiare una carrozza e far fare lo sporco lavoro di camminare al povero cavallo, che comunque ci è ormai abituato, visto che anche suo padre, suo nonno ed i suoi antenati facevano lo stesso sporco lavoro.

9)      Se siete amanti della vita festaiola qui ci sono molti pub e discoteche. Durante i periodi universitari si trovano anche parecchi studenti di nazionalità diversi che approfittano del sistema scolastico svedese non proprio rigidissimo per ammazzarsi di alcool e di feste.  Ci sono anche moltissimi ristoranti veramente economici se confrontati con il prezzo medio italiano. Purtroppo il venerdiì e il sabato sera ad una certa ora c’è il rischio di incontrare orde di tamarri vichinghi ubriachi. Seguite il detto dantesco “non ti curar di loro ma guarda e passa”. Soprattutto fatelo in maniera sgamata e velocemente

10)      Se siete fortunati, vi potrà capitare di assistere ad una degli eventi della città: il festival del cinema, il festival medioevale( solo se sapete viaggiare nel tempo, il festival è stato abolito solo pochi giorni fa), il giorno della cultura, il festival del cibo internazionale (assolutamente non consigliato lo stand italiano visto  un tarallo costa quanto una collana di diamanti)

Read Full Post »