Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2011

La notizia del processo a Berlusconi ha ampio eco nei media svedesi. Non c´è stato programma di news, per radio o per televisione, che non abbia dedicato l´apertura al caso italiano.

“Silvio Berlusconi a giudizio” titola uno dei maggiori quotidiani svedesi il “Dagens Nyheterna”.
Nella foto che accompagna l´articolo, una bella foto del premuroso Ghedini preoccupato e col telefono in mano. “ Il primo ministro italiano accusato di avere fatto sesso con una minorenne. Italia sempre più spaccata sul giudizio verso Silvio Berlusconi ”.
In fondo l´articolista non ci è andato nemmeno tanto duro visto che si è dimenticato di scrivere che le accuse sono più grosse: prostituzione minorile per esempio. 

Possiamo poi leggere che la parola “bunga bunga” purtroppo è arrivata anche in Svezia: “Il circo intorno a Berlusconi e al suo “bunga bunga” con donnine poco vestite arriva in un momento di grande difficoltá per l´economia italiana”. Ho provato in questi giorni a spiegare cosa fosse il “bunga bunga”, provateci anche voi se vivete all´estero e ditemi se ottenete risultati!

http://www.dn.se/nyheter/varlden/berlusconi-infor-ratta

Più spazio all´argomento è dedicato su “Svenska dagbladet” . L´articolo non lascia spazio a dubbi: “Berlusconi in giudizio sia per abuso di potere che per crimini sessuali” anche se lo stesso giornale, come molti italiani come me che da anni che aspettano un cambiamento dice ” ma il primo ministro ha tante vite e il rischio grosso è che anche questo processo si prolunghi all´infinito”. Il commento si accompagna a delle possibili conseguenze del processo : “Se Berlusconi dovesse essere giudicato contro le previsioni, rischierebbe fino a 15 anni di carcere. Ma anche in quel caso è improbabile che sconti la sua pena perché si potrà appellare fino al tempo della prescrizione”. Insomma, ragazzi, é ancora presto per tirare fuori il poster di Bersani…

http://www.svd.se/nyheter/utrikes/berlusconi-atalas-for-bade-sexbrott-och-maktmissbruk_5944445.svd

Vediamo infine al giornale “Aftonbladet”, storicamente organo della socialdemocrazia, ma trasformatosi oggi in un misto squallido tra politica e gossip che ricorda il famoso motto “sangue e merda”. I giornalisti sguazzano nella notizia disperandosi soltanto che una cosa del genere non sia scoppiata nel loro paese. Una bella foto tratta dalla manifestazione delle donne con la scritta “Ora Basta, Berlusconi!” dà il titolo all´articolo. Dopo le consuete spiegazioni si prosegue con la Berlusconi top 5, argomento: donne. Tutti ricorderanno queste chicche, pubblicate su un giornale estero sono ancora piú pietose e impietose

1)E´assurdo pensare che io debba pagare per fare sesso con una donna
2)Non è possibile avere tanti poliziotti quante sono le belle donne in Italia
3)Sposati un milionario
4)Non ho mai capito il punto in ciò(la prostituzione); si perde tutto il divertimento che dá il piacere della conquista
5)Meglio andare con bellissime donne che essere gay
http://www.aftonbladet.se/wendela/article8572191.ab

Finisco con un minimo di sana demagogia. Ogni giorno io e altre migliaia come me lottano per superare lo stereotipo dell´italiano mafioso, allupato  e corrotto nonché pizzaiolo. Ne manca solo una per fare l´en plein!

Read Full Post »