Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

Dopo la lenta erosione dello stato sociale, lo sdoganamento della destra estrema in parlamento e gli spari contro gli immigrati a Malmö, un altro episodio disturba la Svezia, una volta considerata una societá calma e perfetta. E´arrivato anche qui il terrorismo. Per ora non é chiaro tutto quanto sia successo a Stoccolma nella giornata di ieri tra le 4 e le 5 del pomeriggio.

Due esplosioni nel centro di Stoccolma. La prima esplosione avvenuta in una macchina in una delle vie centrali, la seconda non chiara e che ha portato alla morte di un uomo. L´uomo morto é, secondo alcune indiscrezioni della polizia, lo stesso attentatore. Lo si é infatti trovato con gravi ferite all´altezza della pancia e nessuna ferita nel viso o in altre parti del corpo. Vicino a lui sono state trovate anche valigie contenenti chiodi. Il piano fallito si sarebbe dovuto svolgere nel seguente modo: far esplodere la macchina, attirare gente e poliziotti sul luogo dell´attentato, dopodiché farsi esplodere in qualche modo mettendo insieme l´esplosione con il lancio di chiodi. L´attentato é fallito senza troppe conseguenze eccetto due persone ferite, ma la paura é arrivata. La Svezia ha alzato notevolmente il livello di guardia.

Le due esplosioni sono state anticipate da una mail arrivata alla polizia 10 minuti prima dell´attentato in cui si accusava la Svezia per il suo appoggio nella guerra in Afghanistan (la Svezia ha circa 500 soldati) e per il non intervento deciso nella questione delle vignette raffiguranti Maometto. Si dice che la macchina esplosa apparterrebbe alla stessa persona che ha mandato la mail. Per il momento sembra che l´attentato sia opera di un mitomane e che non ci sia dietro una delle grandi sigle del terrore, comunque adesso si aspettano verifiche e risultati.

Annunci

Read Full Post »

La Svezia é davvero entrata in clima natalizio. Il momento che gli svedesi attendono per esibire gli addobbi natalizi é la prima domenica d´avvento, che quest´anno é caduta di domenica 28 novembre. C´e´gente che ha talmente tanto bisogno di Natale che non ce la fa proprio ad aspettare quel giorno, iniziando a decorare l´ambiente circostante giá nei due o tre giorni che precedono l´inizio dell´avvento. Tutto sommato é comprensibile. Novembre in Svezia rappresenta il mese peggiore. Si comincia il mese con una festa inutile come Halloween, e non si prosegue di certo meglio. Il resto del mese é un continuo accorciarsi delle giornate e un costante abbassamento delle temperature. In piú, come un po´in tutta Europa, il freddo e la neve quest´anno sono arrivate prima del solito, rendendo il mese di novembre ancora piú grigio e molesto.

Tutti sono in grado di capire che un novembre freddo in Svezia non é lo stesso di un freddo dicembre nel sud Europa. C´e un famoso proverbio svedese che recita: “Non esiste il clima freddo, esistono solo cattivi vestiti” sottovalutando cosi´ la questione del clima e associandolo soltanto a una questione di scelta di vestiti. Anch´io ho iniziato a imbottirmi con guanti, cappuccino, giacca invernale, scarpe invernali sciarpa. Sono talmente incapucciato da fare impallidire il subcomandante Marcos!

Infatti la prima nevicata é stata accolta con sollievo, non potete immaginare le face sorridenti! Molti svedesi adorano l´inverno, adorano le seratine in casa mentre fuori nevica (che prese a piccolo dosi hanno il loro perché), adorano le passeggiate sulla neve nei boschi e adorano la luce che la neve porta a questo mese davvero buio e triste. I bambini poi non ne parliamo. Si sfiancano con gare all´ultimo sangue di slittino e guerre selvagge a palle di neve e sono educati sin da piccoli a passare del tempo fuori casa anche nelle condizioni peggiori. Nonostante il freddo e la neve I bambini all´asilo passano almeno piú di due ore al giorno all´aperto a farsi bagni di fango e din neve smerdata o fresca coi loro compagni. Lavoro straordinario per le povere maestre d´asilo e per I genitori che devono preparare doppi vestiti per i propri rampolli da portare all´asilo.

Dicembre in Svezia é totalmente diverso. E´il mese della luce e di certo non solo per i credenti. Santa Lucia é la giornata piú corta che ci sia ma in Svezia é luminosa quasi come il solstizio d´estate. Fiaccole, luci, addobbi natalizi. C´e il rischio di rimanetre abbagliati. Ma non solo. Come detto a inizio dicembre ciascun appartamento si riempie di luci e stelle natalizie. Per capire meglio la situazione dovete sapere che qua non esistono le tende e dove ci sono sono tenute rigorosamente aperte. Agli svedesi piace fare tutto alla luce del sole (le poche volte che splende), sará forse anche per quello che hanno una classe politica cosi´onesta. Gli svedesi si spogliano davanti alla finestra aperta, mangiano affianco a grosse vetrate, si amano e litigano, tutto o quasi sempre sotto gli occhi di tutti. Ovviamente é anche considerato villano passare vicino ad una finestra e fissare lungamente quello che succede nell´appartamento. Cercate di evitare quello che io faccio costantemente senza nemmeno pensarci.

Ora tutte le finestre emanano luci. E´davvero bellissimo! Le grosse finestre delle casette svedesi sono tutte illuminate con cadele, candelabri, stelle, alberi di natale. Sembra davvero di stare nel paese di Babbo Natale! Le luci natalizie sono quasi costantemente accese durante le ore di buio(che qua in questo periodo iniziano giá verso le 4 del pomeriggio). Si spegneranno a gennaio inoltrato, in alcuni casi persino a febbraio. Un pigrone che abita da queste parti l´anno scorso ha tolto gli addobbi natalizi solo a marzo, ma in quell caso si sfiora davvero il ridicolo.
Ecco un po´di foto che ho trovato su internet. Appena potró manderó testimonianze dirette da Jönköping….

Read Full Post »