Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Valborg’ Category


Oggi in Svezia ed in tutto il centro e nord Europa si festeggia il Valborgmässoafton: per tutti coloro che ancora hanno problemi con la lingua svedese, si può usare anche il piu’ elementare soprannome di Valborg.
Le origini di questa festa si perdono nell’alto medioevo, periodo in cui l’Italia già da secoli sguazzava sotto l’oppressione vaticana ma che vedeva un nord Europa ancora del tutto o parzialmente pagano. Sembra che le origini di tale festa siano in una festività vichinga in cui si voleva celebrare l’arrivo della primavera.

Come tutti sanno, a cavallo dell’anno mille, i Vichinghi si spinsero in parecchie regioni del nord Europa. Insieme alla simpatica abitudine di schiavizzare i bambini, all’elmo con le corna che ancora si può trovare sulla testa di qualche italiano in gita a Stoccolma e al pratico cucchiaino per pulirsi le orecchie, i Vichinghi esportarono anche questo culto della primavera.

Per tutti gli italiani che considerano assurdo o quanto meno in ritardo festeggiare la primavera il 30 aprile o il primo maggio, ricordo che qui il 21 marzo fa un freddo cane, che nel nord della Svezia solo ieri ha sparato l’ultima nevicata e che da queste parti si dice primavera solo quando la temperatura sale e il ghiaccio si scioglie, cioè da qualche giorno a questa parte.

La sera del Valborgmässafton tutti gli svedesi si ritrovano intorno ad un enorme fuoco che brucia tutta notte. Ci sono due scuole di pensiero sull’interpretazione di questo fuoco: la prima è che il fuoco scaccia le streghe, molto presenti nell’immaginario nordico anche in virtu’ dei lunghi e freddi inverni e delle giornate invernali buie e ventose, paesaggio ideale per qualsiasi entità maligna sporca e cattiva; la seconda è che con il fuoco metaforicamente si fa fuori il vecchio per dare spazio al nuovo. Praticamente la stessa ragione che spinge alcuni italiani a capodanno a lanciare mobili ed elettrodomestici dalla finestra, però in salsa svedese, cioè molto piu’ tranquillo e meno pericoloso.

Pericolo che comunque esiste. La Svezia è una nazione piena di alberi ed in questa nottata i fuochi sono accesi proprio all’aperto, quasi sempre in prossimità di boschi. Il risultato è la notte peggiore dell’anno per i vigili del fuoco che si sparano una notte da incubo, che in confronto le streghe di cui sopra sono soltanto simpatiche vecchiette venute a portare gli ortaggi del proprio orto.
Infine accompagnato a tutta questa moltitudine(si fa per dire, in Svezia sono solo nove milioni) ci si rallegra con un po’ di canti tradizionali, piu’ che altro con radici nel secolo scorso, il secolo d’oro del folk svedese. Canzoni che trattano ovviamente di primavera, di luce e di sole

Anche voi, amici in Italia e sparsi per il mondo, provate l’ebbrezza di una valborgmässafton: bruciate la vostra sedia preferita, la vostra poltrona o perchè no, il vostro letto. La primavera è arrivata, abbandonate la vostra casa e preparatevi a rivivere la strada!! Buona festa di primavera

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.